Make-up

…DATEMI UN CORRETTORE E CONQUISTERO’ IL MONDO…

By  | 

Pensieri in ordine sparso in un grigio martedì 

pomeriggio di metà Gennaio.

Parlo a Voi, miei cari uomini: quando dite “Preferisco una donna senza trucco” credetemi: non sapete di cosa state parlando.

E parlo a Voi,mie care amiche: sarebbe bello, davvero bello, svegliarsi al mattino col viso radioso di Bianca o lo sguardo luminoso di Gisele…ma purtroppo, almeno per molte di noi, il loro trucco di fare SMIZE davanti all’obiettivo (ovvero focalizzare l’attenzione sul loro sguardo sorridendo con
gli occhi),tante volte non basta.

Perché se la mattina, al risveglio, attorno ai nostri occhi ombreggiano svettanti due belle occhiaie violacee, sorridere, credetemi, serve davvero a ben poco. 

                              


Premettiamo che io personalmente “mangio” correttore a colazione.
Il concealer è assolutamente il mio prodotto “mai,e poi mai
senza”, in mancanza del quale, e vi dico la sacrosanta verità,
io non scenderei neanche a prendere il latte al mattino al
supermercato sotto casa, se non debitamente munita dei miei
tanto amati Tom Ford, in modalità pioggia e nebbia compresa.
Perché vuoi l’incarnato chiaro-verdognolo, vuoi madre natura,
vuoi le ore di sonno che spesso scarseggiano, io e le mie
occhiaie ci facciamo fedelmente compagnia da sempre.

Ma attenzione: il correttore “giusto” è una manna dal cielo
per le occhiaie, ma non solo.
A mio avviso, il correttore adatto può, da solo, fare più
di ogni altro prodotto di bellezza: couperose, occhiaie,
brufoletti (perché tanto col famoso brufoletto mensile prima
o poi ci dobbiamo fare i conti un po’ tutte), sono solo
alcune delle imperfezioni delle quali il correttore risulta
essere il miglior alleato.

                    

Qualche consiglio allora, visto che di correttori, ormai,
me ne intendo:

-Bandite le consistenze in stick che appesantiscono ed

evidenziano le rughette ed optate invece per texture fluide
o in crema che si fondono più facilmente con la pelle.

-Vi prego, bandite assolutamente il bianco o qualsiasi correttore troppo chiaro, quelli insomma con effetto tipo “panda”:
creerebbe solo un alone grigiastro che farebbe apparire il
viso ancora più segnato.
Osservate la tonalità delle vostre occhiaie ed optate di
conseguenza: se sono tendenti al bluastro scegliete un
correttore ambrato (quindi un po’ aranciato), se tendono invece
al violaceo scegliete un correttore giallastro.
Sui rossori o sui foruncoletti applicate il verde, per creare invece i punti luce le tonalità naturali sono perfette.

-Per quanto riguarda l’applicazione, il correttore va applicato come primo step se utilizzate un fondotinta o una cipria
in polvere.

Se utilizziamo invece un fondotinta in crema o fluido è meglio
stenderlo dopo, senza abusarne quindi, dove il fondotinta

da solo non ha funzionato.

-Mi raccomando: non esagerate col prodotto!
L’ideale sarebbe depositarlo prima sul dorso della mano
con i polpastrelli, così da scaldare il prodotto facendolo
aderire meglio.

-Un mio trucco: applicate sempre una punta di prodotto
nell’angolo esterno dell’occhio; questo punto luce insieme ad una passata di mascara (ma anche due direi,il mascara è il mio must)

ravviverà anche lo sguardo più assonnato.
-In fine, ma non meno importante, mai applicare il correttore
su una pelle secca o disidratata
 affinché non evidenzi tutte
le nostre belle rughette: la cura cosmetica della
pelle sottostante
 deve essere ottimale!  

    

IL MIO ALLEATO:
Da sempre, Clinique Airbrush Concealer nella tonalità 04-
Natural Fair (leggermente tendente al color pesca).
Un correttore a penna tipo il Touche Eclat di YSL (ma costa
10 euro di meno, il che non guasta), che corregge con
una texture fluida, non evidenzia le rughette ed in più
regala un aspetto molto luminoso.

Per la sua versatilità, durata, fluidità, copertura ed
estrema facilità nell’applicazione, questo prodotto è
entrato a far parte dei miei “mai più senza” ormai
da anni…
non potrei più farne a meno!

Avatar

Katia Sabato, fondatrice ed editrice della webzine "Kate on Beauty". Bionda dentro e fuori, beauty addicted da una vita e appassionata di bellezza salutare, Spa e paradisi del benessere, dopo 17 anni di esperienza nel business del mondo cosmo-profumato, si occupa dal 2012 di redazione di contenuti beauty sul web.